domenica 23 marzo 2014

Tuono Pettinato: Pop underground

"Il mio caso, rispetto a quello degli altri Super Amici, è diverso perché sono l’unico ad aver affiancato alla creazione autoriale superamicale una vera produzione commerciale, accettando per esempio di fare libri che cadessero in occasione di celebrazioni nazionali, come nel caso del libro su Garibaldi. Nel mio futuro vorrei continuare ad avere la capacità di rivolgermi a diversi tipi di pubblico, continuare a fare sia libri pop commerciali, come può essere considerato quello su Garibaldi (libri che potrebbero essere letti nelle scuole, che piaceranno anche a chi non arriva dall’underground e che anzi non ne conosce nemmeno l’esistenza) e parallelamente continuare a fare fumetti matti, sapendo che per questi ho a disposizione altri canali. Anche nel mio prodotto mainstream mescolo il livello alto e colto con quello basso e punk, solo che si tratta di storie e argomenti accessibili a tutti, quindi ha senso pubblicarle con un editore importante; le storie che invece sono frutto dei miei deliri, intrise magari di quel citazionismo che possono capire, sì e no, quattro persone, preferisco autoprodurle per curarle in un modo che sfugge alla standardizzazione." (Tuono Pettinato)