lunedì 24 marzo 2014

Roberto La Forgia: L'autoproduzione non dovrebbe esistere?

"Io lo dico: le autoproduzioni non dovrebbero esistere. Lo so, le ho fatte anch’io, sia a fumetti sia in video. La mia potrebbe sembrare una stupida provocazione, ma non lo è. Ora cerco di spiegare meglio questo concetto controverso. Al giorno d’oggi la distanza tra case editrici vere e autoproduzioni non si misura più nella quantità di copie o nella qualità di stampa. Tutto è accessibile a tutti e i giovani sono anche più preparati di quanto non lo fossimo noi a utilizzare strumenti e tecnologie che consentono di ottenere prodotti di fattura professionale. Ma secondo me, se nella vita uno vuole fare i fumetti, deve desiderare che la gente li legga. Spesso il destino delle autoproduzioni è di restare all’interno del circuito degli appassionati. Per arrivare veramente alla gente serve una struttura, un distributore, anche se il numero delle copie alla fine rientra nello stesso ordine di grandezza. Io a trent’anni non posso e non voglio pensarmi nel ruolo di ideatore, scrittore, sceneggiatore, disegnatore, curatore, stampatore e distributore del mio volume, perché le energie di cui dispongo non sono infinite." (Roberto La Forgia)